Alle ore 15.10 del giorno 17 marzo 2012 si apre l’assemblea del Ragdoll Cat Club Italiano presso l’abitazione della Famiglia Divitini, Via Constant 4, Milano, per discutere e deliberare sul seguente ordine del giorno:

-         Redazione in forma scritta dell’atto costitutivo della associazione effettuato in forma verbale in data 01/10/2006.

-         Modifiche statutarie

-         Conseguenti deliberazioni

-         Varie ed eventuali

Viene chiamata a fungere da Presidente la Sig.ra Donatella Luconi,  l’ assemblea approva, funge da  segretario la Sig.ra Audisio Claudia.

Sono presenti o rappresentati per delega i Sig.ri: Florence Lombardi, Guido Riconi, Donatella Luconi, Audisio Claudia, Alessandra Greco, Daniela Zanni, Carlotta Divitini, Paola Gori, Massimo Fioretti, Fiumalbi Katia, La Croce Jacqueline, Laura Pezzopane, Maurizio Crosa, Laura Bignami, Stringa Maurizio,Paola Verderio, Michela Furrer, Camerano Paolo, Gomarasca Paolo, Ottolini Laura Anna, Renata Mestichelli, Cillerai Stefania, Silvia Schiavo, Coppo Chiara, Regalin Flavia, M. Federica Guagnano, Riberta Bertini, Pavlina Dolezalova, Howson Sallie.

Essendo presenti o rappresentati per delega numero 29 soci su un totale di 33 iscritti al Ragdoll Cat Club Italiano, l’assemblea è dichiarata valida a deliberare su quanto stabilito dall’ordine del giorno.

Prende la parola il Presidente e passa alla discussione di quanto annunciato:

1)     Formalizzazione atto costitutivo del 01 ottobre 2006 e delibera di deposito alla Agenzia delle Entrate con richiesta di codice fiscale:

all’unanimità viene approvato che l’atto costitutivo del Club, fino ad oggi fondato solo verbalmente, venga formalmente registrato presso l’ Agenzia dell’Entrate di competenza con richiesta di rilascio del conseguente codice fiscale.

 

2)      modifiche statutarie e conseguenti approvazioni:

 si dà lettura delle parti da modificare  e delle relative modifiche.

All’unanimità viene approvato che :

a) Il Ragdoll Cat club Italia abbia sede stabile e non più legata alla residenza del  Presidente in carica, ma bensì in Via Liutprando 11, 20141 Milano

b)
Possono fare parte del RCCI esclusivamente quei soci che allevino con ragdoll di tipo "colourpoint"; chiunque possegga ragdoll mink o solidi ad uso riproduttivo e non esclusivamente da compagnia, non potrà essere ammesso all'interno del Club. A partire dal 01/01/2011, chiunque faccia domanda per essere ammesso al RCCI come socio allevatore dovrà compilare apposito modulo di richiesta, essere presentato da un socio già all'interno del club e inoltrare alla segreteria i test HCM ESCLUSIVAMENTE NEGATIVI /NEGATIVI di tutti i riproduttori in suo possesso, oltre al certificato veterinario attestante che tali soggetti sono esenti da malattie genetiche ed ereditarie. Il Comitato del RCCI vaglierà la proposta di nuova adesione in 60 - 90 giorni dandone diretta comunicazione all'interessato, il quale solo in quel momento dovrà versare la quota di iscrizione.

 c) All’unanimità viene approvato che a
due membri del Consiglio Direttivo siano espressamente delegate le funzioni di controllo amministrativo inerente ai dati del bilancio e del rendiconto consuntivo dell'Associazione, alla verifica della regolarità degli atti amministrativi e alla correttezza delle relative scritture contabili e, in generale, al compito di vigilare sull'andamento dell'amministrazione con la facoltà di prendere in esame tutti gli atti e documenti necessari per l'espletamento del proprio compito. Vengono eletti per svolgere tale funzione la Sig.ra Carlotta Divitini e il Sig. Maurizio Crosa.
Viene contemporaneamente soppresso il Collegio dei  Revisori dei Conti.

d) All’unanimità viene approvato che i probiviri vengano scelti dall’assemblea nel numero di due, tenendo conto della loro storia personale e della serietà mostrata nell’ambito dell’associazione.
A svolgere tale funzione vengono elette le Sig.re Daniela Zanni e Laura Bignami.

e) Si include la voce “sponsorizzazioni” nelle possibili entrate del Club.
 Si dà atto che tutte le deliberazioni sono state approvate punto per punto con l’unanimità dei consensi.
Per quanto al quarto punto all’OdG si ritiene di dover recepire la deliberazione della Assemblea dei soci del 2011 per portarla all’esame di questa più vasta assemblea e quindi si passa all’illustrazione delle seguenti

3)     Modifiche Codice Etico:

Vengono all’unanimità approvati e aggiunti al Codice Etico già in vigore i seguenti punti:

a)  Il Ragdoll Cat Club Italia si attiene alla normativa dettata dalla Convenzione Europea per la protezione  degli  animali  da  compagnia  approvata  a Strasburgo  il 13 novembre 1987 resa esecutiva in Italia dall’art 2 della Legge 201/2010.
 

b) Per tutelare, migliorare e salvaguardare lo sviluppo della razza eventuali soggetti omozigoti HCM (POSITIVO / POSITIVO), già in possesso degli allevatori associati, dovranno essere castrati o sterilizzati e mai utilizzati per la riproduzione. Per quanto riguarda la possibilità di usare come riproduttori eventuali soggetti eterozigoti (POSITIVO / NEGATIVO) è stata stabilita una norma temporanea per cui i soggetti maschi potranno essere utilizzati come riproduttori fino al 31/12/2011 e le femmine fino al 31/12/2012. Entro tale data dovranno essere tutti castrati o sterilizzati e trasmessa documentazione comprovante del veterinario alla segreteria del Club. In questo modo si ritiene di poter dare la possibilità ai soci già aderenti che hanno all'interno del loro allevamento riproduttori di questo tipo, di riuscire a recuperare e salvaguardare eventuali linee particolarmente interessanti. Diventa quindi obbligatorio testare per HCM tutti i cuccioli discendenti da soggetti eterozigoti per verificare l'effettivo stato di salute e potranno essere eventualmente ceduti o trattenuti all'interno dell'allevamento come riproduttori esclusivamente quei cuccioli che risultino NEGATIVI / NEGATIVI. Viene anche fatto obbligo di cedere già castrati o sterilizzati tutti quei cuccioli che risultassero essere portatori HCM e consegnare documentazione relativa dello stato di salute del cucciolo al nuovo proprietario in modo che lo stesso possa essere seguito al meglio durante il suo percorso di vita. Se non venissero rispettate date e modalità su menzionate da parte dell'allevatore, il RCCI si riserva la possibilità di estromettere l'allevatore stesso dal Club. Eventuali deroghe a quanto esposto verranno prese in considerazione in via del tutto eccezionale dal Comitato del Club, a fronte di una documentazione certa ed esplicativa delle ragioni che hanno impedito all'allevatore di castrare / sterilizzare il soggetto eterozigote entro le date stabilite. Non si ammettono eccezioni per quanto riguarda la sterilizzazione / castrazione dei cuccioli eterozigoti prima che escano dall'allevamento. E' stato fatto obbligo agli allevatori già aderenti di presentare i test HCM di tutti i loro soggetti riproduttori alla segreteria del Club entro e non oltre il 31 marzo 2011, qualora non vi abbiano già provveduto, pena sospensione dallo status di socio fintanto che la posizione non verrà regolarizzata.

c) E’ fortemente consigliato, in caso di monta esterna, stipulare un contratto contenente gli accordi di monta con l’allevatore richiedente onde evitare l’insorgere di controversie successive.

d) In caso di monte esterne concesse a privati è richiesto all’allevatore concedente di seguire da vicino la nuova cucciolata sulla base della propria esperienza e preparazione sia dal punto di vista sanitario che burocratico. E’ opportuno che lo stesso verifichi che vengano richiesti i certificati genealogici dei nuovi soggetti.

e) In  ogni  caso  è fatto obbligo all'allevatore  concedente una monta di verificare  la   negatività all' HCM del soggetto alla monta.

f) Si invitano tutti gli allevatori aderenti a rispettare il prezzo minimo di vendita dei cuccioli, così com'è indicato nel sito del RCCI. Se per ragioni personali e contingenti alcuni allevatori fossero costretti a vendere i propri cuccioli a prezzi inferiori, sono pregati di non pubblicare tale prezzo di vendita ribassato sui propri siti personali o sugli annunci, per non entrare in contrasto con quanto indicato dal RCCI e con tutti gli allevatori che vi aderiscono. Presa coscienza della difficile situazione odierna per quanto riguarda l’affido dei cuccioli, e tenuto soprattutto conto che molti ragdoll ceduti come gatti da compagnia vengono poi fatti comunque riprodurre con stessa razza o, peggio ancora, con altra razza, e venduti i loro cuccioli a prezzi molto bassi (chiaramente privi di pedigree), il RCCI consiglia, quando sia possibile, di cedere i propri cuccioli, classificati da compagnia o "show alter", già castrati o sterilizzati. Si invitano anche tutti gli allevatori aderenti a limitare la cessione di cuccioli da riproduzione soprattutto a privati, per avere un maggiore introito economico immediato, senza valutare fino a fondo standard e carattere stesso del cucciolo.

g) E' stata confermata la costituzione di comitati di controllo da formarsi secondo necessità e zona geografica, il cui scopo è quello di verificare che gli allevatori associati rispettino il codice etico del RCCI. E' stato approvato che tutti i nuovi allevamenti che vogliono divenire soci del Ragdoll club potranno essere sottoposti a controllo come stabilito dallo statuto. Tali comitati saranno composti almeno da due persone e potranno fare visita all'allevamento in oggetto previo accordo con l'allevatore per giorno e orario. Gli eventuali soci che rifiuteranno la visita del comitato non dando alcuna disponibilità saranno estromessi dal RCCI; eventuali nuovi richiedenti che non accetteranno la visita del comitato non potranno essere ammessi.

4)  verifica dell'eventuale volontà dei soci affinché il Club, attualmente sospeso da Anfi per mancanza di documentazione idonea, venga da questa di nuovo riconosciuto:

In piena coerenza con lo spirito che ha portato alla fondazione del Club, ossia lo sviluppo e il miglioramento del gatto Ragdoll indipendentemente dall’Associazione di appartenenza,  all’unanimità viene approvato di non imporre a tutti i Soci aderenti di convertire i certificati di proprietà dei propri gatti al LOI, come richiesto da Anfi.

5)Bilancio:

Si rende noto che il saldo ad oggi disponibile è di € 1.384,94 come da atti

6)Cariche:

Presidente Onorario sig.ra Florence Lombardi,
Presidente  sig. Guido Riconi ,
Vice-presidente sig.ra Donatella Luconi,
Tesorieri : sig.ra Paola Gori ,
Controllo Amministartivo: Sig.ra Carlotta Divitini e Sig. Maurizio Crosa

Segretarie: sig.re Alessandra Greco e Audisio Claudia

7)Informazioni e altro :

a) Si ritiene che possa essere utile informare tutti i Soci allevatori che l’attuale normativa fiscale vigente prevede una distinzione fra “allevamenti professionali” che sono tenuti ad avere una partita IVA e a tenere la relativa contabilità e “allevamenti amatoriali”.
In quest’ultimo caso non vengono chiaramente esplicitati i criteri in cui un allevamento può ricadere in maniera certa nella categoria “amatoriale”; per tanto si consiglia, qualora si produca un reddito commerciale occasionale derivante dalla cessione di cuccioli,
 di conservare tutti i documenti di spesa (es. fatture acquisto mangimi, spese veterinarie, ricevute acquisto riproduttori, etc.)

b) Si vorrebbero pubblicare sul sito del Club articoli di interesse relativi alla salute e alla genetica dei gatti Ragdoll. Ben gradito è quindi l’invio di eventuali testi stesi con l’ausilio di validi veterinari.

c) Si approva all’unanimità la stesura di una lettera alla Fife a nome dell’intero Club, per segnalare il comportamento di Anfi contrario al regolamento della Fife stessa.

d) Si declina la possibilità di poter collaborare con il Club ARI per la preparazione di una speciale Ragdoll all’estero, invitando comunque i Soci eventualmente interessati a partecipare al concorso.

e) Si approva la costruzione e la pubblicazione di una pagina “Facebook” sul web, il cui scopo sarà quello di pubblicizzare l’esistenza del Club, di inserire informazioni ed eventi, senza dare la possibilità di intervenire in tempo reale con dei post, in modo da evitare eventuali sterili polemiche. Amministratori della pagina vengono elette all’unanimità le Signore Carlotta Divitini, Martina Sdanga e Michela Furrer.

f) Si rende noto agli interessati che in data 21 aprile sarà possibile partecipare ad una speciale Ragdoll a San Marino

Non essendoci altri interventi alle ore 17.25 l’assemblea viene dichiarata chiusa.

Del che si è redatto il presente verbale che, dopo lettura ed approvazione, viene firmato da chi per legge

 

Milano, li 17 marzo 2012

Il Presidente                                                                                                      Il Segretario

Donatella Luconi                                                                                             Audisio Claudia